News in evidenza

Bandi privati per selezione software

bando-selezione-software

Di cosa stiamo parlando? Un bando è l’atto con cui un’azienda, un ente o un’organizzazione comunica la sua necessità di individuare un fornitore per un particolare prodotto o servizio. Nell’ambito della selezione software, che include tutti i vari procedimenti di scelta o di sviluppo di un programma software per la propria azienda, è sempre più comune affidarsi a figure professionali che gestiscano l’intero procedimento. Così facendo è possibile riuscire ad individuare il fornitore adatto tenendo conto di tutte le esigenze fin dal principio e valutando tutte le offerte con occhio esperto e critico.

La singola azienda che necessita del servizio o prodotto conosce le proprie necessità e i propri obiettivi, ma spesso non possiede le competenze necessarie a formulare un documento che entri nel dettaglio di specifiche tecniche e che sia in grado di definire in modo puntuale ed esaustivo le diverse esigenze. Cosa rischia quindi di succedere facendo gli autodidatti? Alcuni progetti possono arrivare a costare centinaia di migliaia di euro e possono richiedere mesi o addirittura anni per lo sviluppo: come reagireste scoprendo che, alla fine di tutto il percorso, il prodotto non va bene per colpa di un fraintendimento, perché non avete saputo definire le caratteristiche del prodotto fin dal principio, o perché avete scelto l’offerta più economica senza valutare tutti i fattori?

Farsi seguire da un professionista del settore è importante proprio per risparmiare tempo, denaro, disguidi e, eventualmente, di trovarsi davanti a un giudice e a mani vuote. Il primo step per l’apertura di un bando consiste in un’attenta analisi di tutti gli elementi necessari all’azienda, delle funzionalità richieste al software e nella stesura di un documento dettagliato -il capitolato- che sia nel contempo punto di riferimento e garanzia sia per l’impresa che per i partecipanti. Al bando privato partecipano poi un certo numero di software houses che faranno la loro offerta sviluppata a partire dai dati disponibili.

Ad una rosa dei migliori partecipanti si chiede una demo, ovvero una dimostrazione del prodotto proposto che permetta di avere un anteprima della grafica, dell’interfaccia e delle funzionalità. Il professionista accompagna e guida quindi l’azienda durante la scelta ma è durante la lunga fase di implementazione che è fondamentale la sua presenza per creare un dialogo continuo tra ente e fornitore e per verificare che tutto si svolga nel modo corretto. Una volta finito il progetto, le possibilità di incorrere in disguidi e malintesi è ridotta al minimo e la documentazione approfondita tutela entrambe le parti.

Sei curioso? Guarda il capitolato di un bando reale per capire quanto possa essere articolato!

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


11 + 3 =