News in evidenza

Corruzione internazionale e 231

GLConsulting-corruzione-internazionale-231 GLConsulting-corruzione-internazionale-231

Il decreto 231 costa a Finmeccanica gravi conseguenze per il reato di corruzione internazionale e neppure l’assegnazione di ruoli di rilievo nell’organismo di vigilanza a ex magistrati riesce a salvare la situazione. Gli indagati sembrano infatti aver cercato di insabbiare alcune prove e di modificare la linea operativa dell’ufficio inquirente.

Non solo, ma si sarebbero anche serviti delle loro amicizie più illustri offrendo in cambio posizioni interessanti e strategiche. Inoltre, il Codice penale italiano prevede che siano punite anche quelle condotte illecite che nel Paese di appartenenza del funzionario straniero non vengono perseguite.

Se il pagamento viene effettuato su territorio italiano, allora vi è sempre reato, ma in alcuni casi, il nostro Codice penale persegue anche reati commessi parzialmente o interamente all’estero. Qualora un pagamento venisse quindi effettuato da un Paese straniero e da un funzionario straniero ma a vantaggio di un’azienda italiana, allora sarebbe possibile perseguire l’interessato.

Il reato di corruzione più avvenire per esportazioni, investimenti e gare di appalto e l’impresa coinvolta può essere multata con misure interdittive di varia natura o sanzioni pecuniarie.

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


17 − 3 =