News in evidenza

Dati sensibili online, una violazione della privacy

GLConsulting-dati-sensibili-online-privacy GLConsulting-dati-sensibili-online-privacy

La Pubblica Amministrazione agisce nel rispetto di una sempre più richiesta trasparenza online, tuttavia è altrettanto importante rispettare la dignità delle persone. Il sito del Comune, infatti, non può riportare documenti che rivelino lo stato di salute dei cittadini.

In questo senso è intervenuto il Garante Privacy, che ha fatto oscurare dal sito di un comune siciliano i dati inerenti ad alcuni pazienti affetti da Sla in seguito alla segnalazione da parte di un’associazione.

Sul sito in questione venivano segnalati nome, cognome, luogo e data di nascita di pazienti affetti da Sla che beneficiano di un sostegno economico. Ma venivano anche resi noti dati relativi al familiare referente del malato e addirittura dati di residenza, codice fiscale e codice Iban. Questi dati, inoltre, erano facilmente reperibili sui più comuni motori di ricerca, da cui il Garante ha imposto che venissero prontamente rimossi.

Tale trattamento è risultato illecito sia rispetto al Codice della privacy che relativamente alle Linee guida sulla trasparenza on line della Pubblica Amministrazione emanate dallo stesso Garante nel 2011.

Oltre all’immediata rimozione dei dati dal sito del Comune il Garante ha avviato una procedura per applicare la sanzione amministrativa.

 

1 Commento su Dati sensibili online, una violazione della privacy

  1. I have been surfing on-line more than three hours lately, yet I never discovered any attention-grabbing article like yours. It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


11 − tre =