News in evidenza

Dipendente cade da una scala che non è dell’azienda: il datore è responsabile

infortunio-lavoratore-scala

Una recente sentenza della Corte di Cassazione ha stabilito che il datore di lavoro è responsabile dell’infortunio accaduto al proprio dipendente in orario di lavoro mediante l’utilizzo di una scala che non era di proprietà del datore di lavoro stesso, ma che era comunque disponibile all’utilizzo del lavoratore.

La scala era stata lasciata in magazzino dal locatore precedente e il datore di lavoro non si era preoccupato di toglierla o di segnalare che non poteva essere usata. L’omissione del datore risulta quindi causa dell’evento infortunistico anche mentre il comportamento del dipendente che ha deciso di utilizzarla è stato giudicato come non anomalo.

Like-FB-GLConsulting1Sono quindi state violate specifiche norme antinfortunistiche che hanno causato al dipendente ferite nella regione frontale e frattura alla gamba destra giudicate guaribili in non meno di 40 giorni. La caduta, e quindi l’incidente, è stata causata dalla mancanza di due montanti all’estremità superiore della scala, dei dispositivi antiscivolo e dei ganci di trattenuti. La scala quindi non rispettava le misure di sicurezza e non avrebbe dovuto essere nel magazzino a disposizione dei dipendenti.

Nonostante l’azienda avesse messo a disposizione dei lavoratori altre scale a norma, e sebbene i testimoni abbiamo dichiarato che tale scala non era mai stata utilizzata da altri colleghi, il ricorso della difesa è stato rigettato ed è stata riconosciuta la responsabilità colposa del datore di lavoro.

[Fonte: Puntosicuro.it]

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


12 + 1 =