News in evidenza

Dropbox cambia la Privacy Policy

Dropbox-Privacy-Policy

Con più di 100 milioni di iscritti, Dropbox consente di caricare file in un contenitore virtuale dal quale è possibile accedere via smartphone, tablet e computer. Così facendo, vi toglie dalle tasche chiavette USB, hard disk e DVD e vi libera la mente la centinaia di promemoria. In qualsiasi momento è sufficiente avere una connessione internet per aggiungere, spostare, modificare o condividere i documenti presenti nel nostro dropbox e si può anche decidere di condividere i propri file con un team.

In particolare, tutto ciò che viene caricato resta privato, ed è possibile gestire gli accessi in modo da permettere a determinati utenti di vedere solo alcuni file. Anche se doveste perdere il cellulare, potreste sempre ripristinare i file e stare certi che sono crittografati e protetti.

A proposito di privacy, Dropbox si è recentemente adattato alla nuova normativa europea in tema di protezione dei dati personali, che prevede che la riservatezza, l’accessibilità e l’integrità dei dati siano sempre garantite.

L’aggiornamento delle condizioni privacy di Dropbox sarà attivo dal prossimo 24 marzo e includerà i seguenti interventi:

  • L’aggiunta di una sezione sull’arbitrato, che permette di risolvere controversie senza passare per i tribunali e risparmiando quindi all’utente i lunghi tempi di un processo giudiziario. Ovviamente, questa soluzione può essere rifiutata dall’utente compilando un form online.
  • I Termini di servizio verranno resi più chiari e leggibili dall’utente comune, digiuno di giurisprudenza.
  • Nella sezione di Privacy Policy sarà più chiaro il funzionamento del servizio e l’utilizzo dei dati dell’utente da parte di Dropbox. L’elenco dei contatti, per esempio, verrà conservato in modo che il solo utente proprietario possa condividere i propri dati e che possa farlo da qualsiasi dispositivo fisso o mobile. Dropbox sottolinea che la proprietà dei file è dell’utente e che, per poter compiere qualsiasi azione relativa ad essi, sarà necessario il suo permesso.
  • Anche al servizio di Mailbox verranno applicati i medesimi Termini di servizio.
  • I Termini e la Privacy Policy verranno ri-adattati per riflettere le esigenze aziendali degli utenti di Dropbox for Business. Per esempio, verrà sottolineato che l’utilizzo del software da parte dell’utente dovrà avvenire nel rispetto delle norme del proprio datore di lavoro, che potrà controllare i file.

Come Dropbox, anche noi vi consigliamo di leggere con attenzione i Termini di servizio per accertarvi che le condizioni privacy vengano incontro alle vostre esigenze.

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


diciotto + nove =