News in evidenza

È possibile monitorare i dipendenti con la geolocalizzazione?

geolocalizzazione-dipendenti

Questa è una domanda che si pongono molti lavoratori e cui è bene fornire una risposta chiara e definita: l’utilizzo di sistemi di geolocalizzazione all’interno di veicoli aziendali è possibile, ma solo nel rispetto di determinate regole volte a tutelare i lavoratori. La legge 300/1970 sulle Norme sulla tutela della libertà e dignità dei lavoratori, all’art.4 recita: “E’ vietato l’uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori.”

Tendenzialmente questi strumenti vengono quindi installati per rispondere a esigenze organizzative e produttive e per garantire la sicurezza del lavoro, tuttavia è capitato in passato che alcuni dipendenti lamentassero una violazione della privacy da parte del datore di lavoro. Per questo motivo, le autorità sono intervenute in più occasioni definendo i limiti entro cui è possibile sfruttare questa moderna tecnologia di tracciamento.
In particolare, il Garante Privacy specifica le condizioni necessarie per poter ottenere l’autorizzazione all’utilizzo di tali strumenti:

  • La posizione del veicolo non deve essere costantemente monitorata dal datore di lavoro, ma deve essere verificata solo “per il conseguimento delle finalità legittimamente perseguite”, ovvero se e solo se la consultazione della stessa è necessaria per il raggiungimento di un fine legittimo
  • I tempi di conservazione dei dati personali raccolti devono essere proporzionati alle finalità perseguite
  • Gli operatori che forniscono il servizio di localizzazione devono essere nominati responsabili del trattamento dati e devono utilizzarli in modo legittimo seguendo le istruzioni fornite dal datore di lavoro
  • Poiché l’installazione dei sistemi di geolocalizzazione nelle vetture aziendali comporta la possibilità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori, è necessario ottenere un accordo con le rappresentanze sindacali o l’autorizzazione della DPL competente
  • I dipendenti il cui veicolo aziendale viene monitorato devono essere debitamente avvertiti mediante un’informativa idonea che espliciti la modalità di installazione del dispositivo, il tipo di trattamento dei dati raccolti, le finalità e il titolare dello stesso e i soggetti che possono venire a conoscenza di tali informazioni

PreventivoAvete bisogno di consulenza per la realizzazione di un’informativa idonea? Richiedete un preventivo ad hoc per la vostra azienda!

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


2 + sedici =