News in evidenza

Entrano in vigore i decreti attuativi del Jobs Act e le modifiche al D.Lgs. 81/2008

Modifiche-Testo-Unico-jobs-act

Finalmente, aprendo la Gazzetta Ufficiale, troveremo i quattro decreti legislativi attuativi del “Jobs Act”, la legge del 10 dicembre 2014 numero 183 circa le “Deleghe al Governo in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonché in materia di riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell’attività ispettiva e di tutela e conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro”.

Nello specifico, ecco i 4 decreti:

  • Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 148 – Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183. Consultalo qui »
  • Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 149 – Disposizioni per la razionalizzazione e la semplificazione dell’attività ispettiva in materia di lavoro e legislazione sociale, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183. Consultalo qui »
  • Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 150 – Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell’articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183. Consultalo qui »
  • Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 151 – Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183. Consultalo qui »

Il 24 settembre 2015 sono quindi entrate in vigore le modifiche apportate al Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Queste riguardano, ad esempio, la composizione della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro, di cui dovranno fare parte altre figure, come gli esperti delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro.

Anche l’invio dei quesiti sull’applicazione della normativa è stato modificato: questi potranno ora essere presentati alla Commissione per gli interpelli anche da parte di Regioni e Province autonome. Per quanto riguarda la valutazione dei rischi, invece, sarà possibile avere strumenti di supporto tra i quali gli strumenti informatizzati secondo il Like-FB-GLConsulting2bisprototipo europeo OIRA. Nel contempo, Inail metterà a disposizione del datore di lavoro ulteriori strumenti tecnici e specialistici per la riduzione dei livelli di rischio.

Sono state introdotte anche delle modifiche rispetto ai compiti del datore di lavoro intervenendo sull’articolo 34 e prevedendo che i compiti di primo soccorso e di prevenzione di incendi e di evacuazione possa essere svolta direttamente dal datore di lavoro anche nelle imprese con più di 5 lavoratori.

Consulta qui la revisione più recente del Testo Unico!

[Fonti: PuntoSicuro.it, Gazzetta Ufficiale]

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


venti − 4 =