News in evidenza

GOSSIP web: le ultime news dal mondo online

gossip-web-25-09

Il mondo del web, di internet, delle app, di hardware e software, dei social è in una costante evoluzione così rapida da rendere praticamente impossibile stare dietro a tutte le novità, i fallimenti, le acquisizioni, il lancio di nuovi prodotti e gossip. Per questo motivo abbiamo deciso di offrirvi su un piatto d’argento un assaggio di alcune tra le ultime scottanti news, curiosità ed evoluzioni positive e negative, strabilianti rivoluzioni e scioccanti rivelazioni, di cui aspettiamo i vostri numerosi commenti!

UP-arrowApple ha appena finito di lanciare il proprio gioiellino di design, l’Apple Watch, e Samsung ha già trovato un modo di replicare a tono. In collaborazione con PayPal Samsung ha realizzato un sistema di pagamento tramite impronte digitali che potremo forse già utilizzare nei prossimi dispositivi smartwatch. Il pagamento sarebbe quindi possibile semplicemente appoggiando il proprio dito sullo schermo: la lettura delle impronte digitali fornirebbe un’autorizzazione a procedere con l’acquisto e garantirebbe un livello di sicurezza irraggiungibile con qualsiasi tipo di password.

Cosa capita se acquistate un PC ma non volete il sistema operativo Microsoft che è installato sul computer? Originariamente la DOWN-arrowsoluzione era semplice: ve lo dovevate tenere punto e basta, ma con la sentenza numero 19161/2014 della Cassazione è stato stabilito il principio di non correlazione tra hardware e software. In poche parole da oggi è possibile, per chiunque acquisti un PC nuovo, rifiutare il Sistema Operativo Windows e chiedere un rimborso a Microsoft previa disinstallazione. Un colpaccio per Microsoft che rischia di essere sommerso da richieste di rimborso e che si vede costretto ad abbassare i costi dei sistemi operativi per competere con “concorrenti” open source.

UP-arrowMicrosoft in collaborazione con Register.it ha dato vita ad un nuovo canale online dedicato a Microsoft Office 365 che consentirà di avere un ufficio virtuale per essere sempre connessi su più dispositivi. Strumenti di produttività, collaborazione e comunicazione integrata saranno offerti nella piattaforma cloud in 4 diversi pacchetti che consentiranno di andare incontro alle esigenze di aziende di diverse dimensioni e tipologie supportandone la competitività.

L’emozione per l’acquisto di uno smartphone nuovo di pacca c’è quasi sempre, soprattutto se si tratta di un bellissimo iPhone 6, per cuDOWN-arrowi le aspettative sono state nutrite e fomentate per più di un anno e che sembrerebbe essere un vero e proprio gioiellino. Ne sa qualcosa il primo acquirente australiano, che agitato e felice davanti alle telecamere ha aperto la scatola con troppo entusiasmo facendo cadere l’iPhone ancora prima di toccarlo. Una vera figuraccia… e sicuramente una piccola fitta al cuore!

Clicca qui per guardare il video del primo acquirente dell’iPhone6!

UP-arrowLa “socialità” degli italiani si vede anche da Facebook, ce lo dice il Country Manager di Facebook Italia Luca Colombo nell’intervista con Repubblica. In sostanza, gli utenti italiani hanno circa il doppio degli amici rispetto agli iscritti al social di altre nazioni. I nostri accessi, inoltre, crescono di giorno in giorno e sono sempre più spesso effettuati da dispositivi mobile: a oggi gli utenti giornalieri sono 19 milioni, un numero esorbitante! In sostanza abbiamo circa 300 amici a testa… forse tendiamo a esagerare un pochino?

I musei di tutto il mondo viaggiano velocemente sui vari social con le foto, i post, i tag e le condivisioni dei propri visitatori. A rimanereDOWN-arrow indietro su questo fronte siamo proprio noi italiani: i musei sono infatti poco popolari anche sui social più comuni e questo proprio a causa della scarsa gestione da parte di musei stessi dei propri profili online. Un vero sacrilegio, soprattutto se si pensa che sarebbe un’ottima occasione per incrementare le visite e svecchiare il pubblico. Uno dei motivi principali sembra essere la mancanza di fondi stanziati alla cultura nonché la facilità con cui tendiamo ad adagiarci sul nostro patrimonio culturale.

UP-arrowLa Carta dei diritti degli utenti di Internet sta per arrivare: il 13-14 ottobre verrà mostrata la prima bozza al Parlamento dell’Unione Europea. L’idea è quella di proteggere la sfera privata delle persone in ambiente pubblico, di consentire a tutti una partecipazione democratica alle conversazioni online e di creare un rapporto con la libertà economica. La parola chiave è “trasparenza”, infatti con la presentazione della bozza verrà istituita una consultazione aperta a tutti i cittadini.

Sempre più persone che hanno acquistato l’ultimissimo iPhone 6 si sono ritrovate un uno smartphone… piegato! Pare infatti che i DOWN-arrownuovi dispositivi con lo schermo più grande e ultrasottili non resistano nemmeno qualche ora nelle tasche dei loro proprietari senza uscirne drammaticamente danneggiati. Le immagini online si diffondono rapidamente… sarà Apple in grado di rimediare in tempo prima che la questione diventi una catastrofe?

iPhone-piegato

[Fonti: LaStampa.it, Tomshw.it, Repubblica.it, Register.it, Nove.Firenze.it]

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


quattordici − 12 =