News in evidenza

Il rating di impresa nelle gare di appalto

GLConsulting-anac-rating-impresa-appalti

Pubblicato dall’Autorità Anticorruzione un nuovo pacchetto di linee guida in attuazione del Dlgs n° 50 del 2016 che verrà sottoposto a consultazione nei prossimi giorni. Tra i vari documenti anche alcune indicazioni sul rating di impresa: durante l’accesso alle gare di appalto potrà essere assegnato alle aziende un punteggio da zero a cento. I punti verranno accumulati in occasione di eventi e competenze aziendali, come il rispetto dei tempi, la regolarità nel versamento di contributi, eventuali sanzioni per omessa denuncia di tentativi di corruzione, ecc.

Fase sperimentale: il parere del mercato

Prima di partire con il progetto, l’Anac ha messo in conto una fase sperimentale che consenta di valutare l’efficienza del sistema e di raccogliere i pareri del mercato. Il tempo limite per inviare il proprio contributo è il 27 di giugno e durante questo periodo ci sarà una stretta collaborazione con le Società Organismo di Attestazione.

Obiettivi e criteri

Il rating di impresa nasce con lo scopo di utilizzare un criterio equo e basato sulla reputazione aziendale per qualificare e selezionare gli offerenti in fase di aggiudicazione degli appalti. Questo tipo di valutazione è previsto dall’articolo 83 del Codice degli Appalti e fa sì che a partecipare siano unicamente imprese trasparenti e non coinvolte in episodi di corruzione.

Il parere del mercato sarà incisivo per la definizione dell’algoritmo di calcolo del punteggio: la proposta di Anac è un punteggio finale unico, che raccolga in un solo dato numerico una serie di informazioni facendo una media ponderata tra tutti gli elementi valutati. Il punteggio massimo che può ricevere ogni azienda è 100 e, essere sottoposte a tale rating, è requisito necessario per la partecipazione agli appalti.

Con i punteggi verranno valutati:

Like-FB-GLConsulting2bis

  • la capacità strutturale e organizzativa dell’impresa
  • il rispetto di tempi e costi
  • l’incidenza del contenzioso con esito negativo
  • la presenza del rating di legalità
  • la regolarità contrattuale e contributiva
  • eventuali sanzioni per omessa denuncia di atti corruttivi come richieste estorsive e contributive

Per ognuno di questi elementi verranno definiti un valore minimo e uno massimo aggiudicabili e una valenza temporale.

[Fonte: online.stradeeautostrade.it]

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


1 × tre =