News in evidenza

La sicurezza sul lavoro spiegata dal Magistrato Raffaele Guariniello

guariniello-sicurezza-lavoro

In data odierna si conclude la 14° edizione del Salone della Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro di Bologna, una fiera indirizzata a tutti gli interessati e addetti del settore e volta a far luce sui più recenti aggiornamenti in campo di sicurezza negli ambienti lavorativi.

Tra le innumerevoli conferenze tenutesi durante l’edizione 2013 della Fiera della Sicurezza di Bologna è indubbiamente necessario far luce sul brillante intervento dell’illustre Magistrato presso la Procura della Repubblica di Torino Raffaele Guariniello, intitolato “La sicurezza vista dal legislatore” e tenutosi in data 17 ottobre.

Il Procuratore ha messo in luce un aspetto fondamentale del sistema aziendale moderno: la necessità di prestare una maggiore attenzione a quegli elementi che riguardano il mondo della Sicurezza sui luoghi di lavoro. Troppo spesso sottovalutati, gli incidenti sul lavoro sono stati 790 nell’anno 2012, con una media di più due vittime al giorno.

Risolvere il problema non è impossibile, ma è necessaria la collaborazione di tutti gli enti che devono immediatamente attivarsi e mettersi in regola, rispettando le normative messe in atto dai decreti legislativi 81/08 e 106/09.

Il Magistrato Guariniello ci fornisce una dettagliata definizione dei principali ruoli e delle principali attività in campo di sicurezza aziendale, di cui riportiamo alcuni punti principali:

  • Il Modello di Organizzazione e Controllo aziendale è un documento indispensabile per ogni azienda, che deve essere stilato così da risultare idoneo agli obiettivi prefissati e deve essere controllato dagli organi ispettivi.
  • Il Datore di Lavoro deve personalmente occuparsi della la valutazione dei rischi e della nomina del RSPP. Il suo ruolo non è delegabile e, qualora venissero delegati dei compiti, questo processo deve essere svolto in modo puntuale e dettagliato. La medesima precisione va dedicata all’organizzazione del Servizio di Prevenzione.
  • Il Servizio di Prevenzione è il pilastro del sistema antinfortunistico aziendale e che vede nel RSPP una figura di fondamentale importanza, che ha la responsabilità ed il dovere di segnalare ogni situazione necessaria di intervento al Datore.
  • Il RSPP deve limitarsi a svolgere le proprie attività riferendo eventuali non conformità al Datore senza intervenire personalmente se non per verificare che siano state prese le necessarie misure di sicurezza. Il RSPP può essere ritenuto direttamente responsabile o corresponabile di un infortunio.
  • Il medico competente deve svolgere una valutazione dei rischi assieme al servizio di Prevenzione e Protezione, ovvero un processo di individuazione periodico dei rischi e la visita di tutti gli ambienti di lavoro aziendali.
  • Documento di Valutazione dei Rischi, infine, deve essere completo e riportare la valutazione di tutti i rischi dei lavoratori per poter essere considerato corretto e, quindi, valido.

Prossimi interventi del Magistrato Guariniello: “Dai Sistemi di Gestione ai Modelli Organizzativi 231”, 5 novembre, Bologna.

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


quattro × 1 =