News in evidenza

Lavoratori più sereni e sicuri, aziende più floride

brand-reputation-sicurezza-sul-lavoro

La sicurezza sul lavoro non è un vuoto a perdere. I soldi investiti nello mettere in sicurezza l’ambiente di lavoro e nel formare i dipendenti non vanno considerati obblighi che costano e basta.

In primis la mancanza di incidenti sul lavoro comporta che non ci siano costi ben più salati in termini di fermi macchina, fermi uomo per infortunio o peggio, costi in vite umane. Non è questo l’argomento principale di questo scritto ma è importante sottolinearlo. L’aspetto ulteriore che vogliamo mettere in luce in queste righe è il vantaggio tangibile che un’azienda può ricavare da un’ambiente “sano” nel quale i lavoratori svolgono la propria attività in serenità e in un ambiente stimolante e privo di stress eccessivo.

Secondo alcuni dati che emergono dal Reputation Institute di New York i BRAND Cos'è che hanno maggiore successo a livello globale sono i brand che godono anche di una buona REPUTAZIONE e per semplificare il ragionamento vi diciamo subito che la TOP 5 è occupata da:

  • Walt Disney
  • Google
  • BMW – Rolex
  • Sony
  • Canon

Esclusa dalla TOP five ma per un soffio è Apple, che si posiziona al sesto posto. La reputazione di queste aziende, così come di quella di tutte le altre valutate nel corso di oltre 50 mila interviste, è stata calcolata tenendo conto di 4 aspetti:

  • Fiducia nel marchio
  • Ammirazione
  • Sensazione comune nei riguardi del marchio
  • Stima

Il mix di questi fattori è sinonimo, secondo il Mr. Nielsen del Reputation Institute, di una attività che non mira solamente al prodotto ma alla costruzione di una storia e di un legame emozionale tra azienda e cliente che si traduce in una sensazione di positività e fiducia nel brand.

Non è dunque un caso che queste stesse aziende risultino tra quelle dove molte persone vorrebbero lavorare: rimanendo in casa nostra vi portiamo l’esempio di Ferrero che risulta essere al 21° posto fra le 100 aziende con la migliore reputazione (sempre secondo l’indagine del Reputation Institute) e che risulta essere la seconda azienda Italiana nella quale gli italiani sognano di lavorare. Per doveroso onore di cronaca citiamo la Thales Alenia Space (azienda che si occupa di Satelliti e Spazio) che risulta essere l’azienda più ambita in Italia per ottenere un posto di lavoro e la ben nota Feltrinelli che si piazza sul terzo gradino del podio.

Appare quindi più chiaro ora come un ragionamento in termini di benessere del lavoratore e sicurezza dell’ambiente possa rientrare in quelle che sono le strategie e gli investimenti che un’azienda fa per crescere e per promuovere se stessa i suoi prodotti/servizi. Trascurare questo aspetto non significa attuare una politica di spending review ma sottovalutare un aspetto importantissimo a scapito del lavoro e del marchio aziendale.

 

[Fonti: Reputation Institute, Enet Report, Randstadt]

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


dieci − 5 =