News in evidenza

Le regole privacy nei pagamenti via smartphone

pagamenti-smartphone

Dato lo straordinario aumento di vendite online via smartphone e tablet durante gli ultimi anni, si è reso necessario effettuare degli aggiornamenti anche in termini di privacy. L’acquisto di un servizio o di un prodotto online, il download di una canzone o di un e-book sono operazioni che coinvolgono un discreto numero di dati dell’utente che, spesso, possono essere anche di natura sensibile.

Ecco perché il Garante ha emanato in data 3 gennaio un provvedimento generale che fornisce a tutti i responsabili delle vendite online una serie di regole sul trattamento dei dati dei propri clienti. L’obiettivo è quello di tutelare il consumatore ed il trattamento di quelle informazioni che è necessario fornire per poter eseguire la transazione.

I principali destinatari del provvedimento sono:

  • gli operatori di comunicazione elettronica,
  • gli aggregatori che forniscono piattaforme tecnologiche per l’offerta di prodotti e servizi,
  • i venditori stessi.

Gli operatori delle tre categorie dovranno adottare specifiche misure di sicurezza che garantiscano la confidenzialità dei dati: l’autenticazione all’accesso dei siti di e-commerce dovrà essere solida, le operazioni dovranno essere tracciate e i dati dovranno essere crittografati per non essere leggibili da terzi. Inoltre, i dati che forniamo ai vari operatori non potranno essere conservati dagli stessi per più di 6 mesi.

Prima di poter essere varato, il provvedimento dovrà essere sottoposto ad una consultazione pubblica e i soggetti interessati potranno comunicare le proprie osservazioni, dubbi o perplessità al Garante tramite la casella di posta appositamente creata: consultazionemp@gpdp.it .

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


uno × cinque =