News in evidenza

L’utilizzo del touchpad può essere dannoso

uso-touchpad

Capita spesso di dover usare un computer portatile, un notebook o un e-book spostandosi in treno, da un cliente, al bar o semplicemente per navigare comodi seduti sul divano. È il bello dei computer portatili: tastiera, schermo e mouse tutti in uno spazio ridotto e senza troppi cavi o la necessità di appoggiarsi su una superficie ampia.

Tuttavia, una recente ricerca dell’International Journal of Industrial Ergonomics ha scoperto che usare il touchpad -ovvero il sistema di gestione del cursore touch che ci evita di usare il mouse- ci porta a eseguire piccolissimi movimenti che, a lungo andare, possono danneggiare l’apparato muscolo-scheletrico superiore. Usare il touchpad infatti ci impone una postura di spalla e braccio più rigida e contratta e movimenti meno naturali. Usare un mouse normale, invece, ci permette stabilità e precisione di movimento anche con una postura più rilassata.

Inoltre, i produttori di mouse stanno realizzando dispositivi di ogni forma, genere e colore che rispondono alle esigenze dell’utente con funzionalità specifiche per il tipo di attività che si deve svolgere. Dal Magic Mouse di Apple, che mantiene la forma a saponetta ma elimina i tasti per diventare interamente touch e wireless, ai mouse 3D che consentono di manipolare gli oggetti che stiamo elaborando sullo schermo ruotandoli, inclinandoli e sollevandoli come se potessimo realmente toccarli. Fino ad arrivare a mouse che sembrano dei veri e propri robot e che possiamo collocare sul confine con i joystick: dalle forme a dir poco futuristiche questi oggettini da veri hardcore gamers semplificano il gioco con comandi in posizioni strategiche e un’ergonomia all’avanguardia che può essere studiata su misura per la mano del proprietario.

[Fonte: www.puntosicuro.it]

Quali dispositivi usi maggiormente?

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


cinque × 3 =