News in evidenza

Manutenzione del verde in sicurezza: la guida per Expo

manutenzione-verde-expo

In milioni andiamo, siamo andati e andremo all’Expo 2015 di Milano: impressionati dall’originalità dei padiglioni, ammaliati dalla varietà di idee e di proposte, pronti ad assaggiare decine di piatti esotici… ma chi ci pensa a tutte le splendide aree verdi che circondano edifici e strutture? Decine e decine di persone che operano un’articolata attività di manutenzione del verde, attività che implica una serie di pericoli per la salute e la sicurezza dei lavoratori e che richiede un’attenta analisi.

Proprio per questo motivo il Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro dell’Azienda Sanitaria Locale di Milano ha realizzato diversi materiali informativi ad hoc per Expo tra cui il documento “Manutenzione del verde. Informazioni per lavorare in sicurezza”. Il quaderno include informazioni sui rischi correlati all’uso e alla manutenzione di attrezzature nonché sulle procedure di potatura e abbattimento e sui vari rischi cui un addetto alla manutenzione delle aree verdi può essere sottoposto.

Per una potatura, che a occhi inesperti può sembrare un intervento semplice e rapido, è necessaria una concreta valutazione dei rischi specifici come richiesto dal D.Lgs 81/2008 tenendo conto sia delle caratteristiche degli spazi a disposizione, sia delle condizioni vegetative degli alberi da potare o da abbattere. Queste informazioni determineranno procedure, attrezzature e misure di sicurezza da attuare per poter eseguire l’intervento in totale sicurezza.

Ci sono quindi una serie accorgimenti necessari per la prevenzione di incidenti, quali:

  • la delimitazione di eventuali aree pericolose evitando l’accesso a zone con pericolo di caduta rami
  • la segnalazione di tutti i lavori con apposita cartellonistica
  • laddove il lavoro sia effettuato su un’area pubblica, è necessario il preventivo permesso di occupazione suolo pubblico da parte del Comune e l’adozione della segnaletica stradale in coordinamento con la Polizia Locale
  • la coordinazione con eventuali altre imprese presenti
  • l’utilizzo di indumenti di segnalazione durante i lavori in aree soggette a transito di veicoli
  • attrezzature idonee per il lavoro in quota (piattaforme aeree, scale affiancate, ecc.)
  • individuazione dell’area di cippatura (tramite cui il legno viene tagliato in pezzetti di pochi centimetri), adeguatamente distante da quella di potatura

Like-FB-GLConsulting2bisOvviamente, tutte le attrezzature e i dispositivi forniti ai lavoratori devono essere idonei: in buono stato, integri, non manomessi e ben conservati. Inoltre, tra i vari rischi da considerare in questo tipo di lavorazione bisogna considerare i rischi allergologici, che insorgono per l’esposizione a vari fattori, come sostanze chimiche, miceti e batteri, punture di insetti, pollini stagionali e uso di guanti in lattice. Per prevenire asma, orticaria, shock anafilattico, alveoliti e tutte le patologie connesse è necessario effettuare la sorveglianza sanitaria dei lavoratori, fornire e far utilizzare i DPI, sostituire gli agenti chimici sensibilizzanti.

[Fonti: Puntosicuro.it]

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


diciotto − dieci =