News in evidenza

Nasce l’algoritmo per la lettura delle espressioni facciali, e la privacy?

GLConsulting-algoritmo-lettura-volto GLConsulting-algoritmo-lettura-volto

Una scienza affascinante ed innovativa: la lettura delle espressioni facciali, questa l’ultima novità tecnologica per raccogliere informazioni. Si tratta di un algoritmo in grado di leggere le espressioni del visto e, da queste, di comprendere emozioni, reazioni e sentimenti delle persone. A sviluppare il software sono aziende americane come Emotient e Affectiva, che hanno sperimentato il programma su migliaia di persone consapevoli e consenzienti attraverso l’uso di webcam.

Ancora in via sperimentale, questo software potrà essere applicato in diversi campi: dalla sicurezza aeroportuale, alla medicina, alle scuole, dove potrebbe essere usato per cogliere velocemente le perplessità degli studenti ed intervenire con delle spiegazioni approfondite. La prima opzione papabile sembra, tuttavia, quella dell’osservazione dei consumatori, la cui reazione a nuovi prodotti potrebbe essere osservata e studiata.

La tutela della privacy diventa però un tema molto delicato in questo ambito. La co-fondatrice e chief science officer di Emotient, Rana el-Kaliouby garantisce che questi sistemi non effettuano delle registrazioni, ma delle vere e proprie analisi: dell’immagine non resterà quindi un file, ma solo i risultati analizzabili e codificati.

La tecnologia in questione non è ancora precisa al 100% e potrebbe essere utilizzata per scopi medici più che nobili come, ad esempio, agevolare la comprensione delle espressioni facciali per ragazzi autistici per cui può risultare un’operazione complessa e poco intuitiva.

Tuttavia, considerata l’avanguardia del software e la facilità con cui potrebbe essere venduto ai grandi marchi viene spontaneo chiedersi: fino a che punto siamo disposti a lasciarci ‘leggere’ da perfetti e sconosciuti e, soprattutto, c’è il rischio che questo ci induca a diventare rigidi manichini che provano a non esprimere nulla pur di proteggersi?

 

1 Commento su Nasce l’algoritmo per la lettura delle espressioni facciali, e la privacy?

  1. explainer video cut outs // 27/03/2014 a 11:59 // Rispondi

    Hey I am so thrilled I found your website, I really found you by error, while I was
    searching on Digg for something else, Nonetheless I am here now and
    would just like to say thanks for a fantastic post and
    a all round exciting blog (I also love the theme/design), I don’t have time to browse it all at the moment but I have bookmarked it and also added in your RSS feeds, so when
    I have time I will be back to read a lot more, Please
    do keep up the fantastic b.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


2 × 2 =