News in evidenza

Nuove disposizioni di sicurezza antincendio negli asili nido

asili-antincendio

Il Decreto del Ministero dell’Interno del 16 luglio 2014 entrato in vigore in data 29 agosto ha l’obiettivo di tutelare gli asili nido con misure di prevenzione incendi. In particolare, vengono distinti edifici che possono accogliere più o meno di 30 persone (intesi membri del personale + bambini) e vengono fornite direttive sull’ubicazione e sulle caratteristiche costruttive degli stessi. Partiamo quindi dalle basi, con l’obiettivo di andare a creare strutture sicure e affidabili fin da subito dove tutelare i bambini e il personale sia non solo possibile, ma semplice.

Lo scopo è quello di riuscire a:

  1. minimizzare le cause di incendio;
  2. garantire la stabilità delle strutture portanti al fine di assicurare il soccorso agli occupanti;
  3. limitare la produzione e la propagazione di un incendio all’interno dei locali o edifici;
  4. limitare la propagazione di un incendio ad edifici o locali contigui;
  5. assicurare la possibilità che gli occupanti lascino i locali e gli edifici indenni o che gli stessi siano soccorsi in altro modo;
  6. garantire la possibilità per le squadre di soccorso di operare in condizioni di sicurezza.

Non si tratta quindi solo della struttura vera e propria degli edifici ospitanti asili nido, ma anche di determinare nel dettaglio le caratteristiche degli impianti elettrici, includendo l’illuminazione, gli ascensori e gli allarmi, nonché le specifiche delle aree e degli impianti definiti a rischio nei quali è necessario prestare particolare attenzione.

La sicurezza antincendio non si limita alle solite disposizioni generali definite in base ai criteri del DM 10 marzo 1998, ma deve essere costituito un piano di emergenza le cui simulazioni vanno svolte almeno 3 volte all’anno e la prima a meno di 2 mesi dall’apertura dell’asilo. Il responsabile dovrà occuparsi di aggiornare tale piano sia in caso di cambiamenti del personale, sia in caso di modifiche nelle attrezzature e negli impianti.

Inoltre il personale del centro educativo dovrà essere istruito secondo i criteri di base enunciati negli specifici punti del decreto del Ministero dell’interno 10 marzo 1998, così da saper prontamente e correttamente intervenire in caso di incendio. Il programma prevede 4 persone competenti ogni 50 bambini, le quali dovranno aver seguito gli appositi corsi e ottenuto un attestato di idoneità tecnica.

Per asili con più di 30 persone sarà inoltre obbligatorio presentare la SCIA antincendio (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) ai Vigili del Fuoco e negli asili preesistenti saranno previste delle ristrutturazioni e modifiche così da essere abilitati ai fini della sicurezza antincendio.

[Fonti: Quotidianosicurezza.it, Sferaingegneria.com]

Preventivo

 

Cerchi aiuto per documenti e corsi di sicurezza antincendio? Contattaci subito!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


otto − 4 =