News in evidenza

Piano di prevenzione per la sicurezza sul lavoro anticipato per le nuove imprese

dvr-immediato-nuove-aziende

La legge europea sulla sicurezza sul lavoro va a modificare l’articolo 28 comma 3-bis del Dlgs 81/2008 secondo cui venivano concessi 90 giorni dall’apertura di una nuova impresa per mettere per iscritto il piano di prevenzione e per effettuare la valutazione dei rischi. Ora i tempi sono invece stati anticipati: l’articolo 13 lettera a) della legge comunitaria prevede infatti che il datore di lavoro debba dare immediata evidenza dell’adempimento agli obblighi previsti in materia di sicurezza del lavoro. Non solo: dovrà anche realizzare la documentazione idonea e darne immediata comunicazione al RLS incaricato.

In particolare, gli obblighi riguardano diversi aspetti:

  • l’indicazione delle misure di prevenzione e protezione attuate e dei dispositivi di protezione adottati a seguito della Vdr;
  • il programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;
  • l’individuazione delle procedure per l’attuazione delle misure da realizzare, nonché dei ruoli dell’organizzazione aziendale che vi debbono provvedere;
  • l’indicazione del nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione (Rspp), del Rls, del medico competente;
  • l’individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione e addestramento.

Like-FB-GLConsulting1

In sostanza, la valutazione dei rischi e il DVR devono essere svolti in concomitanza con l’apertura della nuova impresa e in caso di modifiche sostanziali al processo produttivo, all’organizzazione del lavoro, all’apparato tecnico o in caso di infortuni significativi la Vdr deve essere prontamente rielaborata (entro 30 giorni). Le sanzioni previste in caso di mancato aggiornamento? Da 2.190 a 4.384 euro.

[Fonte: Sole24Ore]

Cerchi supporto nella stesura del documento di valutazione dei rischi? Contattaci!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


3 × 4 =