News in evidenza

Privacy violata: il caso Ikea

GLConsulting-ikea-violazione-privacy GLConsulting-ikea-violazione-privacy

Il colosso Ikea inciampa sul tema privacy e si rende colpevole di spionaggio a buon mercato. Alcuni mesi fa il settimanale satirico Le Canard Enchainé ha diffuso la notizia di un’immensa rete di spionaggio creata dalle sedi francesi dell’azienda svedese con lo scopo di controllare migliaia di persone tra dipendenti e clienti.

Le strutture dirigenziali di sorveglianza dei magazzini Ikea di numerose città sono state messe sotto accusa e, nonostante le smentite, la violazione della privacy è evidente. L’utilizzazione del sistema di sorveglianza è stata dichiarata illecita e l’elenco di decine di migliaia di nomi ottenuti senza consenso è la chiara prova che vi sia stata una violazione.

Il controllo ed il monitoraggio svolti da Ikea sui propri dipendenti e clienti mal si sposano con la filosofia aperta e comunicativa dell’azienda e lasciano a bocca aperta migliaia di clienti affezionati che ora, a prescindere dal Paese di residenza, non sanno più se potersi fidare.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


16 − dodici =