News in evidenza

Sicurezza e auto aziendali: un binomio che fa risparmiare

sicurezza-auto-aziendali

I costi degli incidenti con le auto aziendali superano nettamente quelli necessari per mettere i mezzi in sicurezza. Diverse ricerche del Corporate Vehicle Observatory, un osservatorio sulla mobilità aziendale creato in Francia nel 2002, dimostrano infatti che la non-sicurezza delle flotte di auto aziendali incide sui costi di gestione della stessa del 17%.

Generalmente parliamo di una riduzione della produttività dovuta a un incidente stradale, che costringe il mezzo (e nella peggiore delle ipotesi anche il lavoratore al volante) a uno o più giorni di fermo. Insomma: parliamo di costi che pesano quasi come un 13° canone annuo per il veicolo… non proprio cifre irrisorie.

Like-FB-GLConsulting2bisHanno parlato di sicurezza dei mezzi di trasporto aziendali le associazioni e i relatori riunitisi il 22 ottobre 2014 alla fiera Ambiente Lavoro di Bologna. E cosa ne è emerso? Innanzitutto che il problema degli incidenti sul lavoro non va ignorato, anzi, che la sicurezza stradale è una tematica di forte impatto per le aziende, che non può essere esclusa dalla strategia aziendale. Oltre ai costi economici, infatti, si sommano anche i costi sociali.

Consideriamo che nelle strade di tutto il mondo muoiono circa 1,2 milioni di persone ogni anno, una grandezza pari a tutti i cittadini del Comune di Milano. Ma che costi ha un incidente stradale? Costi umani, costi generali, costi per la collettività e costi per l’azienda. Questi ultimi coprono il 26%, ossia un quarto del costo totale del sinistro: ovvero una porzione molto ampia.

Se abbiamo detto che il 17% delle spese relative agli automezzi aziendali finiscono in sinistri stradali, è altrettanto vero che ci sono delle soluzioni che consentono non solo di risparmiare, ma soprattutto di tutelare la salute dei lavoratori anche mentre sono alla guida di mezzi aziendali. Un esempio sono le “Black Box”, ovvero scatole nere che dialogano con lo smartphone e con chi guida promuovendo una guida responsabile e fungendo da collegamento diretto in caso di furti, sinistri e di comportamenti irresponsabili.

È poi possibile organizzare corsi di guida teorici e pratici formando chi guida a 360° e divulgando la cultura della sicurezza stradale. Infine anche la scelta del veicolo e delle sue dotazioni incide sul suo livello di sicurezza.

[Fonte: Puntosicuro.it]

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


11 + 6 =