News in evidenza

Videosorveglianza nei supermercati: ci sono dei limiti

privacy-videocamere-supermercati

I supermercati sono spesso dotati di videocamere di sorveglianza che ne garantiscono la sicurezza e che evitano spiacevoli incidenti, ma fino a che punto è possibile monitorare clienti e dipendenti? Il Garante Privacy pone dei limiti.

In seguito ad un’ispezione effettuata nel settore della grande distribuzione è stato infatti constatato che molte catene di supermercati non rispettano la privacy dei propri dipendenti violando le garanzie previste dallo Statuto dei lavoratori, la normativa sulla privacy ed il provvedimento in materia di videosorveglianza.

In seguito ai controlli è emerso che alcune società non avevano l’autorizzazione del Ministero del lavoro necessaria per l’installazione delle videocamere: il Garante sottolinea infatti che non è sufficiente comunicare ai lavoratori della presenza delle stesse. A dirla tutta, nemmeno il consenso risulta essere una misura sufficiente: la tutela della privacy ed il divieto di controllo a distanza impongono procedimenti e permessi di varia natura, il rispetto delle prescrizioni e, ovviamente, l’autorizzazione dell’ufficio ministeriale.

Una volta ottenuto il permesso per raccogliere immagini è anche bene ricordare che queste possono essere conservate solo per un determinato periodo di tempo a meno di esigenze specifiche che ne giustifichino il possesso oltre una certa data. Infine, la presenza delle telecamere deve essere segnalata adeguatamente con appositi cartelli e segnali.

Il trattamento dei dati personali raccolti in violazione della privacy è stato definito illecito dal Garante e tutti gli esercizi commerciali che sono risultati non a norma hanno dovuto adeguarsi nell’arco di 30 giorni alle misure prescritte alla luce della normativa sulla privacy e dallo Statuto dei lavoratori

 

2 Commenti su Videosorveglianza nei supermercati: ci sono dei limiti

  1. la legge sulla privacy a volte è uno scudo per chi vuole fare il furbetto, se io non ho niente da nascondere che sia cliente o dipendente non vedo il problema delle videocamere che servono a contenere anche i prezzi dato che sul ricarico del negozio è calcolata anche una percentuale dovuta ai furti ( nel 10% dei casi da dipendenti)

  2. Certo ste, hai ragione! Che problema c’è, se non si ha nulla da nascondere?!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


17 − due =