News in evidenza

Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro: sicurezza e privacy

GLConsulting-gestione-dati-sinp

Lo scorso 27 settembre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero del Lavoro del 25 maggio 2016Regolamento recante regole tecniche per la realizzazione e il funzionamento del Sinp, nonché le regole per il trattamento dei dati, ai sensi dell’articolo 8, comma 4, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.”, che entrerà in vigore il prossimo 12 ottobre.

Il Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro

Tale decreto definisce il meccanismo in base a cui enti e aziende dovranno inviare i dati al Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro (Sinp), l’accesso e l’utilizzo di tali dati, il coordinamento delle operazioni e la privacy. Tale sistema è costituito da: le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, Inail, il Ministero Like-FB-GLConsulting2bisdel Lavoro, il Ministero della Salute e il Ministero dell’Interno.

Sarà infatti proprio Inail a mettere a disposizione e a tenere sotto controllo l’infrastruttura informatica su cui si basa la piattaforma in termini di efficienza tecnica, integrità e sicurezza. Per farlo, Inail ospiterà presso la propria sede un tavolo tecnico costituito dagli enti coinvolti, che si occuperà anche di verificare la corrispondenza dei contenuti, di avanzare proposte, generare report, proporre aggiornamenti per gli operatori, ecc.

A cosa serve il Sinp

Il Sinp dovrà, secondo il Testo Unico sulla sicurezza:

Fornire dati utili per orientare, programmare, pianificare e valutare l’efficacia della attività di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, relativamente ai lavoratori iscritti e non iscritti agli enti assicurativi pubblici, e per indirizzare le attività di vigilanza, attraverso l’utilizzo integrato delle informazioni disponibili negli attuali sistemi informativi, anche tramite l’integrazione di specifici archivi e la creazione di banche dati unificate.”

Tipologie e modalità di fruizione dei dati

Nell’allegato A del Decreto vengono definiti i formati dei dati che circoleranno nel Sistema, con alcune specifiche per Polizia, Vigili del Fuoco e Forze Armate. Inoltre vengono indicati il tipo e le modalità di fruizione di tali dati insieme alle modalità di trattamento, di gestione della sicurezza e delle responsabilità.

L’accesso alla piattaforma avverrà attraverso la rete infranet sia per poter accedere ai servizi online, sia per il richiamo dei servizi in cooperazione applicativa, mentre si passerà dalla rete internet per consultare i dati oggetto di diffusione. La trasmissione dei dati a Inail avverrà, secondo questo Decreto, nel rispetto di elevati standard tecnici.

Privacy e Sicurezza

I dati che circoleranno nel Sinp saranno unicamente “dati personali pertinenti, non eccedenti”, di cui Inail sarà titolare del trattamento. Ogni ente sarà invece titolare dei dati personali comunicati e/o utilizzati, per cui dovrà designare un responsabile. Tale trattamento sarà svolto esclusivamente per finalità di rilevante interesse pubblico perseguite dai singoli enti.

Infine, una volta l’anno, è prevista una consultazione del Comitato per valutare e coordinare a livello nazionale le attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

[Fonti: Quotidianosicurezza.it]

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


5 × 2 =