News in evidenza

Applicazioni per proteggere i-phone e smartphone

privacy-smartphone-gl-consulting privacy-smartphone-gl-consulting

Lo smartphone: uno dei migliori amici che ci tiene compagnia quando ci annoiamo aspettando il treno, un rettangolino di un centinaio di grammi che ci permette di accedere al mondo dal palmo di una mano. Indispensabile compagno di viaggi, di lavoro, di studio ma anche di svago, hobby e vita quotidiana. Un oggetto così versatile da farci quasi dimenticare della sua principale funzione: lo smartphone infatti non è solo telefono, ma navigatore, chat, macchina fotografica, agenda e anche uno scrigno, un diario segreto in cui custodiamo gelosamente i nostri ricordi, i momenti più belli e in cui archiviamo lettere, appunti e documenti. Per proteggere questa mole di dati preziosi e personali pur portandoli ovunque, molti di noi hanno già inserito una password di accesso al dispositivo, una di sblocco e una terza per visualizzare determinate cartelle: ma siamo così sicuri che la nostra privacy sia protetta? Cosa accadrebbe se una nostra foto o un file privato finissero nelle mani sbagliate?

A porre fine alla questione ci pensano diverse applicazioni che, una volta scaricate sullo smartphone, ci permettono di proteggere la nostra privacy personale con piccoli accorgimenti molto intelligenti. Tra queste, andiamo a scoprire:

Secret.li

A quanti di noi capita di voler pubblicare delle foto su Facebook ma di volerle rendere visibili solo per una ristretta cerchia di amici? Da oggi si può! Quest’applicazione gratuita permette infatti di caricare fotografie sul nostro profilo e di mostrarle solo ad alcuni amici e solo per un determinato periodo di tempo. E tutti gli altri? Vedranno una foto sgranata, sta a voi quale filtro scegliere per oscurarla. Attenzione: se chi ha l’accesso alla foto deciderà di fare uno screenshot e pubblicarla non potremo evitarlo!

Poke

Una perla marchiata Facebook: un’applicazione che permette di condividere messaggi sul social network con la certezza che verranno cancellati dopo un preciso lasso di tempo a nostra scelta. Il poke verrà visto solo dal mittente e dal ricevente e scomparirà quando deciderete di cancellarlo dalla home.

Duck Duck Go

Semplice, dal design allegro e sicuro: un motore di ricerca che non traccia il comportamento dell’utente ma che gli permette di affinare le proprie ricerche e di ottenere maggiore pertinenza nei risultati tramite un sistema di crowdsourcing.

Privacy Safe

Un vero guardiano nel nostro smartphone: Privacy Safe ci permette di creare zone private in cui nascondere sms e notifiche di telefonate confidenziali che non appariranno più nelle tradizionali cartelle del telefono. Il trasferimento dei file può essere impostato automaticamente ed è possibile aggiungere un PIN per bloccare l’accesso a sconosciuti.

In futuro …

A proposito di messaggi riservati, la Disney Research Pittsburgh sta lavorando su Inshin-Den-Shin, una nuova tecnologia capace di trasferire messaggi audio tramite il tatto. Come funziona? In parole povere il mittente registra un messaggio su un microfono, che convertirà, tramite un calcolatore, il file audio in segnale a 300 Vpp e 50 uA. A questo punto, la registrazione verrà ritrasmessa a chi impugna il microfono e basterà che egli tocchi con un dito il ricevente per fargli sentire la frase sussurrata. Si tratta di un prodotto futuristico e ancora in fase di sperimentazione, ma non vediamo l’ora di conoscerlo meglio!

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


quattro × 5 =