News in evidenza

Videosorveglianza nei magazzini: le immagini possono essere conservate fino a 90 giorni

privacy-videosorveglianza-magazzini

Torniamo sul tema di grande interesse della videosorveglianza nei luoghi di lavoro: questione che preoccupa datori di lavoro e dipendenti e che necessita di regole e linee guida chiare e ben definite. In questo caso ci concentriamo sulla videosorveglianza nei magazzini e sul periodo di conservazione delle immagini registrate: il Garante Privacy ha infatti dato il proprio ok per allungare i tempi di conservazione delle immagini registrate nei magazzini delle filiali di una società di trasporti internazionali.

L’estensione è stata accordata per consentire all’azienda di scoprire eventuali illeciti e per far sì che le autorità giudiziarie possano individuarne i responsabili. In questo caso, la conservazione dei filmati per 90 giorni è stata quindi ritenuta una misura necessaria alla tutela dei beni aziendali e delle merci conservate nei magazzini.

Like-FB-GLConsulting1Grazie a questa concessione, inoltre, sarà possibile per l’impresa di trasporti prevenire furti e manomissioni e tutelare i propri fornitori e clienti. L’ok del Garante deriva in modo imprescindibile dal contesto: data la natura della società infatti le merci possono arrivare a destinazione dopo diversi giorni dall’arrivo in magazzino, rimanendo quindi presso le loro filiali per diverso tempo per poi essere spedite. Questo consentirebbe a eventuali rei di manomettere le merci senza che nessuno se ne accorga fino al momento della ricezione da parte del cliente finale molto tempo dopo la spedizione.

Avere la possibilità di consultare le immagini registrate giorni prima consentirà quindi di rilevare l’autore e il momento del furto e permetterà all’impresa di allinearsi con i rigidi standard internazionali sulla sicurezza dei trasporti di persone e merci.

[Fonte: Garanteprivacy.it]

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*


tre + diciotto =