News in evidenza

Websario

In questa pagina puoi trovare le definizioni sintetiche di più comuni termini del Mondo del Web. Non trovi la parola che stai cercando? Vuoi maggiori informazioni su un particolare termine? Contattaci per avere risposte alle tue domande!

GLConsulting-blog-websario-definizioni

AB Test – sistema usato nel marketing e nella pubblicità per definire test strategici basati su due varianti: A e B. Le due varianti si differenziano generalmente per alcune caratteristiche che suscitano comportamenti diversi negli utenti.

Account – il profilo di un utente su un sito web o un software comprensivo dei dati, delle funzionalità e degli strumenti disponibili per tale utente.

Ad Words – annunci acquistabili su Google mediante asta per posizionare il proprio sito tra i primi risultati del motore di ricerca, durante un determinato periodo di tempo.

Analytics – è un servizio online che permette all’utente proprietario o gestore di un sito di monitorarne le visite, gli accessi, il tipo di utenza e il comportamento dei visitatori. Il più noto è Google Analytics che offre decine di funzioni.

Àncora – sistema utilizzato nel web mediante codice di programmazione per creare un collegamento tra due o più elementi generalmente nella medesima pagina. L’ancora viene spesso usata negli indici a in modo che, cliccando sul titolo del tema interessato, si venga portati direttamente nel punto della pagina che lo tratta.

API – acronimo di Application Programming Interface, ovvero l’insieme di strumenti a disposizione del programmatore che gli permettono di intervenire su un determinato programma sotto forma di interfaccia.

APP – applicazione informata realizzata per essere installata su un dispositivo mobile (smartphone o tablet).

Banner – termine generalmente usato per definire la fascia nella parte alta di un sito contenente un’immagine (fissa o contenente un’animazione). Questa può essere linkata ad una specifica pagina o un semplice elemento grafico.

Blog – nasce come diario online ed è un tipo particolare di sito web non istituzionale i cui contenuti sono pubblicati generalmente da un solo utente sotto forma di articoli e possono essere letti e commentati da terzi. Si distingue per il linguaggio informale, la componente interattiva e la frequenza di aggiornamento.

Bot – abbreviazione di robot, viene usata per definire quei programmi che, spostandosi nel web come se fossero utenti umani, leggono le pagine pubblicate online valutandone i contenuti, raccogliendo informazioni e svolgendo attività di vario genere.

Bounce rate – letteralmente indice di rimbalzo, si utilizza nei sistemi di analytics per definire la percentuale di abbandono degli utenti rispetto ad una singola pagina o a un sito. In Google Analytics si considera abbandono quando: 1. L’utente esce dalla pagina senza interagirvi, 2. L’utente resta sulla stessa pagina per 30 min o più.

Brand – un simbolo, marchio, nome che identifica una particolare linea di prodotti o servizi rendendola riconoscibile e distinguibile. Solitamente appartiene a un marchio più grande e si differenzia dalla linea principale per target, fascia di prezzo, settore o altro.

Client – componente informatico che permette all’utente di inviare richieste e di ricevere risposte dal server. Il client ha un’interfaccia grafico comprensibile all’utente e funge da traduttore tra utente e server.

CLV – Customer Lifetime Value, si intende il valore previsto di un cliente per l’azienda considerando l’intera vita dello stesso – dove per vita si intende il rapporto tra cliente e impresa.

CMS – acronimo di Content Management System, uno strumento software che consente la gestione autonoma dei contenuti di un sito web con un interfaccia comprensibile anche all’utente digiuno di informatica.

CSS – acronimo di Cascading Style Sheets, è un foglio elettronico di stile, realizzato in linguaggio di programmazione, che definisce il layout grafico di una pagina o di un sito web.

CSV – acronimo di Comma Separated Values, è un formato per file di dati organizzati in tabelle. Poiché tutti i valori sono considerati come stringhe senza particolari formattazioni è generalmente usato come file standard per caricare dati in sistemi informatici che leggono formati diversi.

DAO – Digital Asset Optimization, ovvero il processo di ottimizzazione di tutte le presenze digitali dell’azienda. Se un’impresa possiede il sito, la pagina Facebook e il profilo LinkedIn, allora dovrà gestire ogni piattaforma in modo da renderla il più efficiente possibile.

Desktop – rappresenta la scrivania virtuale che il nostro sistema operativo ci permette di visualizzare sullo schermo per organizzare e gestire file, applicazioni e software nel nostro computer.

Distro – abbreviativo di “distribution”, viene usato per definire un insieme di componenti software generalmente open source assemblato in un pacchetto per gli utenti.

Dominio – è un preciso spazio web che viene acquistato da un utente e al quale vengono assegnate delle specifiche pagine. Un dominio può essere di primo, secondo o terzo livello e corrisponde all’URL. Es. di I livello. glconsulting.com.

DoS – acronimo di Denial of Service, consiste nel malfunzionamento di un sito dovuto all’attacco di un criminale informatico. Il pirata invia un grande numero di richieste al sistema sovraccaricandone le risorse e creando instabilità e problemi.

Drag & Drop – letteralmente ‘trascina e molla’, nel gergo web viene utilizzato per quei sistemi che permettono l’inserimento di file, moduli o oggetti cliccando sugli stessi con il mouse, spostandoli mantenendo il clic e lasciandoli una volta collocati sul punto di inserimento.

Dropbox – software gratuito online e scaricabile che permette di caricare e conservare online file anche di grandi dimensioni e di condividerli rapidamente con altri utenti o gruppi.

Embedded – viene così definito un sistema elettronico tipico di una particolare applicazione e non modificabile dall’utente.

Enterprise Social Network – un social studiato ed elaborato per essere usato all’interno dell’azienda come strumento di comunicazione, condivisione file e cooperazione. A differenza dell’intranet, ha una struttura maggiormente “social” che agevola l’interazione tra colleghi anche a livelli informali.

Facebook – fondato nel 2004, è un social che permette all’utente di creare un profilo privato e svariati tipi di pagine commerciali e non. Basato sul concetto di rete di amici, consente di chattare, inviare messaggi, pubblicare post con diversi tipi di files e attivare campagne a pagamento.

Footer – termine utilizzato per definire la fascia inferiore di un sito, che solitamente contiene le note legali, i contatti e la partita IVA aziendali e i credits.

Form – un particolare tipo di pagina che contiene degli spazi compilabili dall’utente e che consente al visitatore del sito di contattare l’azienda, richiedere un’iscrizione, registrarsi al sito.

Forum – un particolare tipo di sito web che solitamente riunisce gli appassionati di una tematica (una comunità virtuale) e permette di creare discussioni su argomenti precisi commentabili dagli iscritti. È frequente l’utilizzo di forum interni all’azienda o per l’assistenza online.

GIF – acronimo di Graphics Interchange Format, è un formato per immagini digitali bitmap, spesso usato per brevi animazioni.

GIGO – Garbage In Garbage Out, espressione utilizzata in campo informatico per definire gli elaborati ed imparziali processi di elaborazione dati svolti dai computer, i quali raccolgono una spaventosa serie di dati insensati e li elaborano restituendo una mole altrettanto grande di informazioni disordinate.

Hacker – solitamente tradotto con ‘pirata informatico’, si riferisce a un esperto di programmazione che, per diversi motivi, si introduce in sistemi informatici altrui aggirandone le protezioni e provocando danni.

Header – termine utilizzato per definire la fascia superiore di un sito, che solitamente contiene un logo, un menù o delle icone.

Hosting – è un servizio di rete che permette di collocare virtualmente le pagine web di un sito in un web server così da permettere al sito di essere visibile online e accessibile dagli utenti.

Housing – è un servizio che permette al cliente di collocare il server di sua proprietà in un particolare spazio fisico generalmente sicuro e protetto, definito Web Farm o Data Center.

HTML – acronimo di HyperText Markup Language è il linguaggio di programmazione utilizzato per definire la struttura e i contenuti delle pagine di un sito web.

HTTP – è il protocollo di trasferimento di un ipertesto, ovvero un insieme di documenti web connessi tra loro. Questo protocollo determina le regole di comunicazione tra client e server ed è il protocollo più comune sul web.

HTTPS – acronimo di HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer, è un protocollo di comunicazione sicura in rete che permette di trasferire ipertesti http in modo crittografato.

Instagram – app social nata nel 2010 per consentire all’utente di modificare le fotografie scattate via mobile con decine di filtri e condividerle su svariati social.

Intranet – è una rete locale interna ad un’azienda o a un’organizzazione cui ci si connette tramite accessi personali e che ha lo scopo di facilitare la comunicazione e la coordinazione del personale.

IOR – Impact On Relationship, si utilizza nel marketing per definire l’impatto che le azioni dell’azienda hanno sulla relazione con il cliente. Si considera una metrica piuttosto importante proprio perché la qualità della relazione determina fidelizzazione e, quindi, ROI.

Jelly – app social nata nel 2013 e basato sull’idea di aiuto reciproco: gli utenti pongono domande tramite la pubblicazione di fotografie e la loro rete di amici risponde.

JPEG – acronimo di Joint Photographic Experts Group è un formato internazionale per immagini digitali sia in bianco e nero che a colori.

Keyword – letteralmente ‘parola chiave’, nel web si utilizza per definire una breve stringa di parole che l’utente web utilizza per effettuare ricerche sui motori come Google. Contemporaneamente, nel marketing online è fondamentale individuare le keywords adatte per strutturare siti ed effettuare attività di posizionamento.

KPI – Key Performance Indicator è un tipo di misurazione della performance aziendale. Gli indicatori sono definiti caso per caso e costituiscono valori fondamentali che è necessario monitorare con costanza.

Landing – si tratta di un sito costituito da una sola pagina. Il sito può essere privo di menù oppure averne uno composto da ancore. Generalmente la landing ben si presta per pagine di assistenza o dedicate a promozioni particolari e ruota generalmente intorno ad un unico tema.

LEAD – si riferisce ad un cliente potenziale, un contatto che ha dimostrato un interesse più o meno forte verso un prodotto/servizio offerto.

Link – è l’abbreviazione di hyperlink e si tratta di un collegamento ipertestuale, ovvero di un particolare tag HTML che, se inserito in un determinato punto di una pagina web, permette di collegarsi direttamente ad un’altra pagina semplicemente tramite un clic.

LinkedIn – social professionale lanciato nel 2003 che consente all’utente privato e alle aziende di condividere il proprio profilo professionale, creare collegamenti e contattare terzi, pubblicare e rispondere a offerte di lavoro.

Marketing inbound – insieme di strategie di marketing volte ad attrarre l’attenzione dei clienti in modo che siano loro a trovare l’azienda. L’uso di blog, social, newsletter e video rientra in queste strategie.

Marketing outbound – insieme di strategie di marketing che prevedono una comunicazione pubblicitaria tradizionale dall’azienda al cliente e che non prevedono l’interazione tra i due.

Moderatore  il moderatore è una figura che lavora su blog e forum eseguendo dei controlli sui contenuti pubblicati da utenti esterni e verificando che questi non risultino inadeguati o offensivi. Questa figura ha il potere di ammonire e bannare (bloccare) gli utenti e cancellare commenti o discussioni.

Motore di ricerca – sistema software disegnato per cercare, classificare e organizzare informazioni nl Web, restituendole all’utente in ordine di rilevanza per determinate parole chiave. Es: Google.

Notebook – si intende un computer portatile di piccole dimensioni.

Payoff – in ambito pubblicitario costituisce una frase identificativa, un motto che riassume la mission o il posizionamento di un’azienda o prodotto. Es. “Less is More”

Pinterest – social nato nel 2010 che permette agli utenti di creare una bacheca di immagini e di organizzarle per categorie a seconda del loro interesse.

Pop-up – finestra virtuale che compare graficamente collocata davanti alla pagina visitata dall’utente per attirarne l’attenzione.

Post – frase, stringa di testo che un utente pubblica a proprio nome (o avatar) all’interno di un social network. I post possono contenere anche immagini, video o icone.

Real Time Bidding – costituisce la nuova frontiera della pubblicità online e consiste in campagne di advertising mirato per un target specifico di utenti studiati in base al loro comportamento e alla tendenza all’acquisto.

ROI – acronimo di Return On Investment, rappresenta la redditività di un’azienda e si calcola sottraendo i costi dell’investimento ai guadagni e dividendo il risultato per i costi.

Scroll – il termine inglese viene utilizzato per definire lo spostamento dell’area inquadrata all’interno di una pagina internet, di un file o di una finestra. Generalmente, lo scroll avviene con una banda verticale o orizzontale, direttamente tramite apposito comando sul mouse, oppure con il movimento del dito in caso di dispositivi touch.

SEM – Search Engine Marketing, è un insieme di attività svolte online sui motori di ricerca per incrementare la visibilità di un sito.

SEO – acronimo di Search Engine Optimization, una serie di attività volte a posizionare un determinato sito tra i migliori risultati di un motore di ricerca in modo naturale.

Server – componente informatico che riceve, elabora e restituisce dati e informazioni ad altri componenti a lui associati in rete: i client.

Sistema operativo – insieme di elementi software che permettono all’utente di fare richieste al computer tramite un interfaccia grafico semplificato e comprensibile. Es: Windows XP.

Skype – software social di messaggistica istantanea che consente di effettuare chiamate gratuite tra utenti connessi a Skype, di chiamare i telefoni e inviare SMS a costi ridotti e di condividere file.

Slide-show consiste in una serie di immagini che si susseguono automaticamente. Viene generalmente inserito nel banner di un sito per pubblicizzare prodotti in offerta o novità.

Smartphone – letteralmente ‘telefono intelligente’, si tratta dei telefoni cellulari di ultima generazione che offrono molteplici funzioni grazie alle loro capacità di calcolo particolarmente evolute.

Social network – letteralmente rete sociale, il termine viene usato per definire software e app generalmente gratuiti e nati per permettere agli utenti di comunicare, condividere, pubblicare.

Spider – un particolare tipo di bot che naviga nel World Wide Web valutando i contenuti delle pagine online e raccogliendo informazioni per indicizzarle nei motori di ricerca.

Tablet – si intende un dispositivo portatile touch senza tastiera che costituisce una via di mezzo tra cellulare e computer e che può essere connesso a internet.

Target – in campo marketing, si intende quella porzione di popolazione che è il bersaglio di una campagna pubblicitaria e che si distingue per svariate caratteristiche (età, sesso, area geografica, abitudini, ecc.).

Team Viewer – software scaricabile gratuitamente che permette di visualizzare il desktop di un altro utente interagendovi comodamente dal proprio monitor e viceversa con un sistema di controllo remoto.

Terzo Livello – è un sottodominio di livello inferiore al dominio di secondo livello. Viene generalmente utilizzato per creare siti indipendenti ma in relazione a domini di secondo livello: blog.glconsulting.com, com = I livello, glconsulting = II livello, blog = III livello.

Touch – si tratta di una tecnologia oggi molto diffusa sui dispositivi mobili che consente di selezionare i comandi dell’apparecchio semplicemente toccando lo schermo e grazie ad un’interfaccia grafica. I touchscreen utilizzano diverse tecnologie tra cui il sensore magnetico e gli infrarossi.

Twitter – social lanciato nel 2006 come servizio di microblogging. L’utente può postare testi di massimo 140 caratteri, link o immagini e seguire le pagine di altri iscritti.

URL – acronimo di Uniform Resource Locator definisce quella sequenza di caratteri che identifica univocamente una serie di pagine web collocate su un host server. Es. http://www.glconsulting.com/.

Viber – app social per mobile che offre un sistema di messaggistica istantanea (con condivisione di immagini) e permette di effettuare telefonate gratuite sfruttando la connessione internet.

VoIP – acronimo di Voice over IP, definisce una tecnologia che permette di effettuare telefonate sfruttando una connessione internet anziché la tradizionale rete telefonica a pagamento.

Web – dall’inglese ragnatela, il termine web rappresenta una rete fitta e ricca di connessioni. In informatica si utilizza il termine web per abbreviare la formula World Wide Web che rappresenta la rete internet mondiale.

WeTransfer – software gratuito online che permette di inviare file fino a 2GB molto velocemente sulle mail dei propri amici e colleghi.

Whatsapp – servizio di messaggistica istantanea per mobile scaricabile a 1 dollaro l’anno. Consente di scambiare video, immagini, file audio, link e mappe con un altro utente o un gruppo entro certi limiti di peso.

Wireless – un tipo di connessione senza cavi che permette la comunicazione tra dispositivi o la connessione a internet via onde radio.